Stefania Scambelloni

Stefania ( Ste) Scambelloni

Nata a Genova il 22 Marzo 1972, diplomata presso il Liceo Scientifico “E.Fermi” di Ge-Sampierdarena, impiegata presso un’ azienda francese di nautica.

La musica è nel suo Dna: il padre, appassionato d’opera lirica, ha studiato fisarmonica mentre gli zii hanno cantato prima nel coro di voci bianche del Teatro Carlo Felice, poi come “canterini” nelle più importanti squadre di “trallallero” genovese.

La passione di Stefania per la musica è nata molto presto: già all’età di 4 anni stupiva amici e parenti intonando “La gazza ladra” di Rossini, merito e ha potuto cimentarmidel celebre film a disegno animato di Luzzati proiettato quasi ogni giorno alla scuola materna.
A 5 anni conosceva a memoria i brani degli ABBA, trascorrendo ore ad ammirare un loro concerto trasmesso dalla Tv Svizzera…senza ovviamente capirne una parola!

Dal 1991, abbandonata la “carriera” pallavolistica, Stefania ha deciso di intraprendere la strada del canto.

Per 3 anni è stata voce solista nei Jerry’s Attic, gruppo progressive, con il quale ha solcato i primi palchi e ha potuto cimentarsi nella composizione di brani originali (tutti rigorosamente in tempi dispari) dando il suo contributo agli arrangiamenti vocali.
Alla fine del 1991 nei Jerry’s Attic, arriva il chitarrista Tiziano Tacchella, con il quale, da allora, Stefania condivide la vita, la sua passione per la musica ed il loro piccolo Edoardo (nato nel Dicembre 2009… proprio mentre i due si stavano recando per cantare in un Club Jazz genovese!)

Nel 1995 nascono gli Alchemy, cover band nota nell’ambito genovese, che vede Stefania come voce solista, insieme a Tiziano e alla sua inseparabile Fender Stratocaster “Red Cherry” ( proprio come Mark Knopfler! ) , ad Alessandro Percivale alla batteria, a Stefano Olivieri ( già nei Jerry’s Attic) al basso, ad Agostino Tavella alle tastiere e a Paolo Bellina alla chitarra, interpreti del rock “Principe” di colossi quali Pink Floyd, Toto, Eagles, Chicago, Supertramp, Dire Straits, Police … tutti i loro gruppi preferiti!

Parallelamente agli Alchemy , prediligendo una vena più acustica e melodica, nascono i M.A.C.M.A. (acronimo di Meglio Acustici Che Male Amplificati) gruppo attivo dal 1995, del quale Stefania è voce solista insieme a Tiziano (chitarra acustica e voce), Paolo (chitarra acustica e voce), Alessandro Percivale (batteria e percussioni), Fabio Chighini (basso acustico fretless e voce), Monica Pigoni (voce).
Il gruppo, che vanta consolidate collaborazioni con la Provincia di Genova, i Comuni della Vallescrivia, delle Riviere Liguri e del basso Piemonte, ha nel suono acustico, nell’estesa coralità vocale e nell’originalità espressiva ed interpretativa, le sue peculiarità.

Nel 2003 Betty Ilariucci, di cui anche Stefania è stata allieva, la coinvolge come mezzo soprano nel coro della Scuola Conte di Genova Pegli, da lei diretto, “Jazz mean’s swingers” (poi “Swinging Conte Choir”). Da queste realtà, come gli altri, Stefania approda ai “Loneliest Vocal Ensemble”.

Sempre nel 2003 inizia la collaborazione con Fabio Chighini (bassista nei M.A.C.M.A) e Alessandro Muda (noto tastierista ed hammondista genovese) e al poliedrico batterista Fabio Mineccia (oltre all’immancabile marito Tiziano) , negli Studio 54, gruppo che ripercorre i brani più famosi della Disco anni 70.
“Con i ‘ragazzi’ , indosso pantaloni ‘a zampa’, scarpe con le zeppe, mi cotono i capelli in pettinature improponibili , per rendere ancora più ‘efficace’ un repertorio universalmente conosciuto, grazie al quale abbiamo avuto il piacere di animare le serate del pubblico affezionato di importanti locali quali il Fellini, il NadaMas e lo Scandinavian Disco Club di Genova, il Sole Luna di Albissola , La Cafè di Camogli ed altre discoteche del Piemonte” dice Stefania parlando di questo progetto.

Nel 2007, la prima esperienza di registrazione in studio : l’inglese Martin Grice, sassofonista e flautista nell’album “Lo Scemo e il villaggio”- 1973 , dei Delirium, la chiama a registrare con la reunion del gruppo il brano “Notte a Baghdad”, in duetto con il cantante Roberto Solinas.
Il pezzo ha partecipato alla selezione del Festival di Sanremo di quello stesso anno.

Nel 2008 viene coinvolta da Alessio per alcune registrazioni di musica DANCE per il progetto DANIJAY.

Ste ed i LONELIEST
All’interno dei Loneliest Stefania è il MezzoSoprano e contribuisce in modo fondamentale a dare pastosità alle voci femminili grazie alla sua voce ricca di armoniche e sempre precisa sulle note, ciò quando non scatena la sua natura di solista regalando emozioni in brani come “Don’t worry be Happy” o “Heaven” di Duke Ellington.